titolo

News

 
News
11/10/2023
100 mila euro per la formazione nelle scuole materne paritarie

mobile fism

Presentata martedì 10 ottobre l'alleanza tra la Banca e le FISM Vicenza e Treviso.

Preparare manager sempre più qualificati per consentire alle scuole dell’infanzia paritarie, colpite dal calo demografico e dalla insufficienza di contributi pubblici, di continuare a svolgere il proprio fondamentale servizio a favore delle famiglie. Con questo obiettivo la nostra Banca ha deciso di finanziare con 100 mila euro complessivi il progetto promosso dalle FISM (Federazione Italiana Scuole Materne) di Vicenza e di Treviso per formare il personale degli asili dotandolo di nuove competenze amministrative, economiche e gestionali.

La situazione finanziaria di queste realtà è sempre più critica, anche a causa del fenomeno della denatalità che incide sul numero di iscrizioni. All’inizio dell’anno scolastico corrente, infatti, le scuole FISM del Veneto hanno accolto oltre 80 mila bambini tra i 3 mesi e i 6 anni, 3 mila in meno rispetto al 2022. La conseguenza è che 14 scuole dell’infanzia FISM non hanno riaperto le porte a settembre, con un impatto inevitabile sotto il profilo occupazionale e sociale. Per tali istituti, quindi, è sempre più fondamentale padroneggiare gli strumenti che permettano di rilevare tempestivamente le criticità e avviare efficaci progetti di riorganizzazione e rilancio.

 “Il nostro Istituto di Credito ha deciso di sostenere con forza questo progetto perché riguarda un ambito di grande importanza per le famiglie. Da alcuni anni, la combinazione di più fattori mette in difficoltà le scuole materne paritarie determinando la riduzione, e in alcuni casi la chiusura, del servizio. L’iniziativa delle FISM della provincia di Vicenza e di Treviso interviene in modo proattivo e, formando le competenze manageriali del personale, pone le basi per affrontare il presente e costruire il futuro di queste straordinarie realtà” ha affermato Gianfranco Sasso, Presidente di Banca delle Terre Venete.

Foto conferenza_1

 “Una banca di Credito Cooperativo come la nostra è naturalmente vocata all’attenzione e alla cura verso la famiglia, elemento fondamentale della società. Per tale ragione, abbiamo voluto essere al fianco delle tante paritarie che, pur in una fase complessa come quella attuale, contraddistinguono il nostro territorio e lo arricchiscono. Queste scuole, infatti, rappresentano un patrimonio culturale di enorme valore mettendo al centro la formazione della persona e l’educazione valoriale delle nuove generazioni” ha aggiunto il Vicepresidente Vicario di Banca delle Terre Venete Pietro Pignata.

 Le attività formative della FISM di Vicenza, per un totale di oltre 52 ore di lezione, inizieranno sabato 21 ottobre con il convegno “Scuole FISM oggi: impegno cristiano e dimensione imprenditoriale” che si terrà a Vicenza, a partire dalle ore 10.00, nella Sala Teatro Centro Diocesano Mons. A. Onisto. I successivi incontri, rivolti a gestori e personale amministrativo degli asili, saranno dedicati ai seguenti temi: parità scolastica e relativi adempimentiscadenze ministeriali e regionalicontributi pubblici, bilancio, costo del personale e crowdfunding.

 Bilancio di esercizio, analisi gestionale, determinazione dei fabbisogni, questioni giuridico-legali saranno invece gli argomenti affrontati durante le 60 ore di formazione organizzate dalla FISM di Treviso, distribuite in tre ambiti territoriali. A questi si aggiungono sei distinti momenti formativi sul territorio rivolti a genitori e nonni. Gli incontri inizieranno in autunno e si svolgeranno durante l’intero 2024 tra Dosson di Casier, San Gaetano di Montebelluna e Villorba.

Al termine del progetto, Fism Treviso e Fism Vicenza realizzeranno congiuntamente un manuale operativo che raccoglierà gli atti del percorso formativo diventando un utile strumento di consultazione per tutti gli operatori.

Il contributo del nostro Istituto sosterrà infine ulteriori corsi per coordinatori dedicati a diverse tematiche, tra le quali: leadership educativa, valorizzazione delle risorse professionali, progettualità inclusiva, comunicazione efficace, problem solving e gestione dei conflitti.

 “Analizzando i dati a nostra disposizione, ci siamo resi conto che è sì importantissima la formazione pedagogico-didattica delle insegnanti ma che questa, vista la crescente complessità normativa, deve essere supportata da competenze amministrative e gestionali. L’obiettivo è favorire lo sviluppo armonico dell’ambiente che accoglie molti bambini della fascia di età 0-6, i quali nelle nostre scuole si approcciano alla socializzazione ed iniziano il proprio percorso di scolarizzazione” ha dichiarato Marco Angelo Lago Presidente FISM Vicenza.

Foto conferenza_2

“Siamo molto grati al Consiglio di amministrazione della Banca delle Terre Venete per aver voluto finanziare questo progetto che ci permette di investire consistenti risorse aggiuntive nella formazione pedagogica, ma anche amministrativa ed economico-gestionale per attrezzare le nostre scuole e nidi a raccogliere le sfide del presente, governando il cambiamento con l’innovazione per favorire la crescita armonica di ciascun bambino e lo sviluppo dei suoi talenti” ha affermato Simonetta Rubinato Presidente FISM Treviso.