titolo

News

 
News
22/11/2023
Il BancaBosco dei Giovani Soci

Un mondo più pulito si realizza con grandi progetti strategici e piccole azioni che richiedono il contributo di tutti.
Con questo obiettivo Banca delle Terre Venete ha scelto di contribuire alla
creazione del “ProdeBosco”. Un progetto di rigenerazione ecologica che il movimento globale Plant for thePlanet Italia sta realizzando in un terreno di circa 3000 metri quadrati nell’area industriale di Castelfranco Veneto, messo a disposizione da Prodeco Pharma azienda castellana attiva nel settore della fitoterapia.

Samuele_Mardegan_Simone_Zanella

Gli studenti mettono a dimora una pianta assieme a Samuele Mardegan, Presidente del Comitato Direttivo dei Giovani Soci di Banca delle Terre Venete, a sinistra, e Simone Zanella, Coordinatore Sostenibilità Prodeco Pharma, a destra


Le prime 10 piante delle 300 che comporranno il ProdeBosco sono state messe a dimora ieri, in occasione della Giornata nazionale degli alberi, da 85 studenti dell’Istituto Scolastico Paritario “Santa Maria della Pieve” di Castelfranco Veneto.
L’obiettivo è quello di creare un piccolo polmone verde a disposizione di chiunque voglia concedersi una boccata d'ossigeno, trovare riparo dal caldo estivo o rilassarsi immerso nella natura. Non solo, l’intervento rappresenta anche una delle strategie più efficaci per contrastare la crisi climatica, tutelare l’ecosistema e salvaguardare la biodiversità.
Gli alberi sono stati acquistati grazie al sostegno della nostra Banca nell’ambito del progetto “BancaBosco” di Federcasse, Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, nato dalla proposta della Rete Nazionale Giovani Soci del Credito Cooperativo e promosso nel territorio dal Club Giovani Soci di Banca delle Terre Venete.
La messa a dimora delle piante è avvenuta ieri, nell’ambito di un evento educativo organizzato da Prodeco Pharma presso la propria sede. L’azienda ha infatti ospitato 85 studenti dell’Istituto Scolastico Paritario “Santa Maria della Pieve”, invitandoli a partecipare con le loro insegnanti alla “One Day Academy – Diamo Voce ai
bambini Custodi del Pianeta”. Un format didattico ideato da Plant for the Planet Italia, durante il quale i ragazzi sono stati guidati a scoprire importanti concetti legati alla giustizia climatica.
L’evento si è quindi concluso con la messa a dimora delle prime 10 piante da parte dei giovani studenti. Un albero è stato donato anche all’Istituto Scolastico Paritario “Santa Maria della Pieve” e arricchirà il parco della scuola a ricordo dell’esperienza.
Il progetto, che proseguirà nei prossimi mesi, prevede la messa a dimora di ulteriori piante da qui a dicembre e, successivamente, nel tardo autunno del 2024.


“Il nostro Istituto di Credito sostiene con entusiasmo questa iniziativa - dichiara il Presidente di Banca delle Terre Venete, Gianfranco Sasso -. Siamo infatti convinti che l’obiettivo di un mondo più sostenibile sia raggiungibile se ogni componente della società avverte la propria responsabilità civile ed è disposto a contribuire con azioni concrete e quotidiane. Per tale ragione il nostro Club Giovani Soci ha voluto affiancarsi ad un’azienda del territorio, che desideriamo ringraziare per la collaborazione dimostrata sin dall’inizio, e ad un movimento globale impegnato nella salvaguardia dell’ambiente. Oltre ad un gruppo di giovani studenti, germogli della società del domani, che hanno dimostrato partecipazione ed interesse. Un segnale positivo che conferma, ancora una volta, la profonda sensibilità delle nuove generazioni verso la sostenibilità in tutti i suoi aspetti e infonde grande fiducia nel futuro”.

Per saperne di più sul progetto BancaBosco: https://creditocooperativo.it/news/bancabosco-con-i-giovani-delle-bcc-cresce-il-verde